Ricerca precaria


Per il Ministero del Lavoro dottorandi, assegnisti, borsisti sono persone in formazione. Noi, invece, sappiamo bene quanto la ricerca sia un lavoro. Con la breve scheda che segue vogliamo provare a rendere "materiale" il nostro lavoro, raccogliendo un po’ di dati (ovviamente anonimi) che restituiscano (in maniera aggregata) una dimensione concreta del precariato all’interno dell’Università.

Se non ci fossimo che cosa perderebbero l’Università e la ricerca italiana?